quattro × 2 =

TERZO INTERVENTO DEL TERZO GIORNO, 25 MAGGIO DALLE 14.00 ALLE 15.30

Il 23, 24, 25 Maggio, a Torino, presso la Biblioteca Centrale di Via della Cittadella, si è svolta la tre giorni dedicata all’innovazione del management culturale, un appuntamento ormai consueto che, grazie ai suoi preziosi compagni di viaggio, ha potuto proseguire il suo cammino nella divulgazione e formazione di competenze per i prossimi manager della cultura. Grazie alla collaborazione con Hangar Piemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo e al supporto di Compagnia di San Paolo, The Next Stop ha potuto proporre questo momento importante di convergenza della cultura con il mondo dell’innovazione e degli strumenti della progettazione e comunicazione digitali.

Il progetto dagli albori è stato definito un Educational, a indicare la caratteristica di ibridazione di un format che nasce come talk, con l’obiettivo di informare e facilitare l’apprendimento di nuove conoscenze, per poi diventare conversazione corale e partecipata e, in alcuni casi, luogo di esercitazione di gruppo e attività di laboratorio.

Fabrizio Vespa

Terzo giorno – Dai social media all’organizzazione di eventi 

25 maggio, ore 14.00, Fabrizio Vespa,  Dai social media all’organizzazione eventi – Social media ed eventi rappresentano due fattori fondamentali nella pianificazione di una strategia di comunicazione integrata. Sempre più spesso, infatti, il successo di una manifestazione o di un progetto dipendono dalla capacità di coinvolgimento di un target specifico. Parliamo dell’audience development, e di come la costruzione di una community di sostenitori possa e debba oggi rappresentare il valore aggiunto.Nel nostro paese, una felice congiuntura permette di immaginare situazioni e piattaforme culturali in luoghi di rara bellezza, quinte teatrali di grande ricchezza dal punto di vista storico-artistico. Si moltiplicano ovunque festival, eventi, rassegne, spettacoli, tutti con l’annoso problema della sostenibilità. Ci si chiede: come rendere questi momenti importanti opportunità di sviluppo per un territorio, come sostenere queste iniziative rendendole necessarie per l’equilibro sociale ed economico delle comunità che abitano questi luoghi? 

Il caso del Festival del Forte Exilles – Esempio di architettura fortificata francese e sabauda, Exilles è stato restituito al pubblico nel 2000 grazie alla stretta collaborazione tra la Regione Piemonte e il Museo Nazionale della Montagna Cai-Torino. Da subito si è ragionato sulla messa a sistema dei fattori forti, la valorizzazione della storia e della cultura del luogo trasportati in un evento di intrattenimento che coinvolge tra gli altri appassionati di trekking e di turismo montano. Un pubblico di entusiasti dell’esplorazione del territorio piemontese. Gli obiettivi del Festival, dal punto di vista di curatela e organizzazione, hanno seguito un approccio molto concreto:

– Raccontare un luogo oltre se stesso, con uno storytelling efficace e coinvolgente affidato ai social media

– Intercettare un nuovo pubblico, grazie a un’azione mirata di branded content

– Costruire una partecipazione, tra esperienza e memoria, fatta di continue immersioni nei luoghi del festival

 Rafforzare la customer experience, rispettando la cura del pubblico e cercando di coinvolgerla nel racconto dell’evento

–Raccogliere feedback e dati, con l’idea di utilizzarli come suggerimenti per il miglioramento del design e della progettazione degli eventi del Festival

“Disegnare” memorie – L’elemento della memoria sembra essere il punto forte negli eventi del Festival. In una cornice suggestiva, sospesa in un luogo magico e ricco di storia, l’organizzazione mira a rendere memorabili le esperienze dei fruitori, cercando di costruire percorsi pieni di senso. La line up di grande livello, poi, che alterna spettacoli teatralimusicalitalk e incontri cattura i curiosi che, in questo modo, diventano pubblico fidelizzato e community di sostenitori. Per molti, oggi, il Festival di Exilles è un appuntamento irrinunciabile.

Costruire il piano di comunicazione – Un progetto tanto complesso non può lasciare nulla al caso. Dalla scelta dell’opzione multicanale (web + adv online e offline + eventi) all’uso sapiente di contenuti cross mediali (video, immagini e grafiche, infografiche e materiali visual). L’individuazione dei canali di atterraggio social come Instagram, Facebook, Twitter, Youtube, ha permesso la definizione di un piano editoriale di contenuti divisi per tipologia, rubrica, ecc, e di un media planning con la calendarizzazione e il timing degli aggiornamenti. I contenuti hanno riguardato aspetti naturalistico-paesaggistici, informazioni sulle tipicità enogastronomiche, curiosità su storie e leggende, approfondimenti su personaggi ed eventi ospitati, con l’aggregazione delle notizie più utili a pianificare una visita turistica e una permanenza.

Anche in questo caso, il primo obiettivo è quello della progressiva costruzione di una brand awareness, con elementi distintivi di riconoscibilità del posizionamento del Forte, con una sempre più mirata e puntuale scansione del profilo dei pubblici coinvolti, in modo da instaurare un legame solido a garanzia e presidio di una fascia ben precisa di mercato culturale. Non è un caso che, a parte le più comuni strategie di digital advertising e reportistica degli effetti delle campagne, l’idea sia quella di rafforzare il legame con il territorio e di diventare uno strumento per la promozione turistica delle eccellenze dei luoghi vicini e rafforzare il ruolo di Exilles come capofila di un rete dei Forti piemontesi.

CHI È FABRIZIO VESPA

Giornalista, scrittore, social media manager e organizzatore di eventi.
Lavora per il mondo della comunicazione e con la scrittura a più livelli, sviluppando progetti per aziende, privati e enti pubblici.
Opera nel Terzo Settore e si occupa della progettazione e promozione di iniziative culturali con associazioni e diversi soggetti istituzionali e non.
Ha acquisito conoscenze multidisciplinari nell’ambito digitale e nella creazione di contenuti.
Attualmente è responsabile della comunicazione di Salvi Harps, azienda leader mondiale nel campo della produzione di arpe musicali e sono titolare dell’agenzia di comunicazione e marketing ESTRO Communication & Marketing.

Replica Rolex replica watches Replica Omega