tredici − 13 =

Dal 21 al 23 maggio 2020 a Camerino

Detto così sembra retorico e, a dirla tutta, è qualcosa di sentito dire mille volte. Ma lasciateci spiegare cosa intendiamo, perché al di là dei luoghi comuni c’è un percorso di senso che porta in un direzione diversa, almeno nei presupposti.

The Next Stop nasce come esperienza di divulgazione e formazione sui temi dell’innovazione culturale. Lo sappiamo, sono quasi 10 anni che lo raccontiamo. Ma, ben oltre questo semplice obiettivo (calare la professione del manager della cultura in una dimensione operativa), in queste ultime edizioni è successo qualcosa di importante. Abbiamo raccolto le idee, ascoltato i progetti, seguito i ragionamenti di tanti ragazzi, ognuno con una precisa volontà e prospettiva di fare cultura nel proprio paese, di realizzare contenuti e coinvolgere pubblici diversi. Ci siamo resi conto che la convergenza dei media, di cui abbiamo sentito parlare spesso, è ormai una realtà, un dato da cui non possiamo più prescindere. I comportamenti sociali mediati dai codici della comunicazione digitale, il consumo di format iper-mediali, la vicinanza di cultura ed entertainment, la richiesta sempre maggiore delle ultime generazioni di comunità, aggregazione, progresso, sviluppo, sono presupposti per chiunque desideri davvero realizzare qualcosa di importante e necessario. Qualcosa che possa tradursi in una spinta alla partecipazione dei territori tra turismo, tempo libero, crescita personale, e farsi veicolo allo stesso tempo dei grandi temi della cultura contemporanea, l’ambiente, la qualità della vita e il benessere, l’equità e i diritti sociali.

Di fronte a questo scenario, ci siamo più volte chiesti se non fosse un limite trattenere TNS nella forma di educational e non farne, invece, un sistema di professionisti della cultura che, partendo da un momento di inquadramento a tema, possano aiutare associazioni culturali e organizzazioni creative a realizzare le proprie idee di impresa e, magari, contribuire al rilancio dei propri territori, spesso ricchi di storia, arte, natura e poveri di opportunità. Ce lo siamo chiesti fino a ora quando, grazie all’incontro con l’Università di Camerino, abbiamo deciso di provarci.

A luglio-agosto di quest’anno si è chiusa la prima edizione del Master per Manager dei Processi Innovativi per start up culturali e creative, realizzato presso il Training Center di Amandola grazie alla collaborazione di Unicam con Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. Un percorso di studio importante che ha toccato tanti argomenti, dalla progettazione e gestione tecnico-manageriale fino all’ecologia dei media e al loro uso per la produzione di contenuti e la definizione di strategie di comunicazione. La cosa da tenere in grande considerazione, però, è la logica in cui si colloca questo importante percorso educativo, la cui seconda edizione partirà a breve: la volontà di contrastare i problemi endemici del territorio marchigiano. Lo spopolamento, l’impoverimento del tessuto imprenditoriale, l’isolamento, tutte variabili che hanno costretto una Regione di assoluto prestigio e splendore come le Marche a rinunciare a importanti occasioni di crescita, soprattutto nel coinvolgimento delle ultime generazioni.

Lo aveva ben chiaro il Direttore del Master, Francesco Casale, Professore Associato di Diritto Commerciale presso Unicam quando, assieme al Rettore Claudio Pettinari, mi ha coinvolto in una brillante idea di piattaforma territoriale per la formazione di manager della cultura da impiegare nei diversi settori della filiera produttiva marchigiana, dal turismo all’artigianato, dalla cultura agli esercenti commerciali dai monumenti istituzionali agli eventi. L’orizzonte? Creare lavoro e far emergere le innumerevoli potenzialità delle regione.

Nasce, perciò, The Next Stop Le Nuove Marche, grazie a Casale e Unicam, un evento di scenario nelle modalità di TNS che culminerà con un periodo di tutoraggio e avviamento al mercato di start up con l’aiuto dei grandi attori e stakeholders del territorio. Un progetto che vi sveleremo giorno dopo giorno, dal calendario degli ospiti ai workshop, dagli importanti partner alle imprese coinvolte.

Per ora gioie con noi e, se potete, cercate di essere della partita.

Davide Pellegrini, Founder The Next Stop

Replica Rolex replica watches Replica Omega