2 − uno =

The Next Talk

Inizia la stagione 2020

Cosa sono i The Next Talk?TNS talk è un progetto di divulgazione sul tema dell’evoluzione dei linguaggi della contemporaneità. Nasce da un’esigenza specifica. Cercare di favorire la convergenza della cultura con i modelli dell’entertainment.In quasi 10 anni di attività, TNS ha creato una piattaforma di scambio e confronto di buone pratiche riferendosi al fil rouge dell’innovazione culturale.

Oggi, dopo un lungo percorso fatto, sentiamo il bisogno di superare i limiti d’ogni autoreferenzialità e provare a collocare la cultura all’interno di un universo in movimento di contenuti e formati differenti. Il pericolo di elitarismo in cui rischiano di cadere molte azioni tese a separare in modo categorico la cultura “alta” o iperspcialistica da ogni tipo di prodotto “secondario” è qualcosa di ormai tangibile.

Quello che, però, è cambiato a vantaggio di ogni operatore, è l’opportunità di aggiornarsi e utilizzare strumenti, strategie, piattaforme per raffinare i contenuti e divulgarli senza banalizzarne l’essenza o il valore. Raccontare cultura con le forme dell’intrattenimento è diventato un orizzonte possibile.
The Next Talk raccoglie quei personaggi o personalità provenienti dai settori della produzione culturale, pubblicitaria, digitale, editoriale, artistica e cerca di proporli al pubblico in un ideale riflessione e ragionamento sul cambiamento delle modalità di progettazione, sviluppo, distribuzione, fruizione di contenuti.
In un incontro al mese, TNS cerca di aprire la cultura alle ibridazioni del pop o alle nicchie autoriali che restano in equilibrio tra virtuosismo creativo e mercato.

Perché?

Motivi ce ne sono molti, ma vorrei qui di seguiti indicare alcuni fenomeni che, seppur non eccessivamente preoccupanti, sono utili indicazioni della trasformazione dei modelli di produzione dei contenuti.

Secondo l’undicesima edizione del report PwC Entertainment & Media Outlook in Italy 2019-2023, il mercato E&M in Italia conferma valori in crescita registrando, nel 2018, ricavi complessivi pari a 34,8 miliardi di euro, con un aumento pari al +0,9% rispetto all’anno precedente. La componente Internet, composta da entrate relative a pubblicità e accessi, è il più ampio segmento nel mercato E&M italiano rappresentando, nel 2018, il 43% del mercato totale. I ricavi relativi a tale segmento aumenteranno con un CAGR 2018-2023 pari a +6,2%, superiore alla media dell’Europa occidentale, sostenuto anche dalla crescente diffusione degli smartphone e video connessi.

Ogni singolo minuto vengono prodotti:✓ 500 ore di video di YouTube ✓ 3.3 milioni di post Facebook ✓ 1.440 articoli in WordPress ✓ 448.000 tweet ✓ 29 milioni di messaggi Whatsapp.

L’eccessiva creazione di contenuti, ormai di fatto un flusso ininterrotto di produzione spontanea di tipo amatoriale, ha definitivamente cambiato il mind set dell’utente comune nel modo di pensare, ricevere e consumare i contenuti anche più sofisticati (pensate ai videogame o alle serie tv). La cultura ha bisogno di inventare nuovi modi di rappresentarsi, utilizzare strumenti per rielaborare la densità del sapere in forme divulgative, partecipative e ludiche.

Questi sono motivi importanti per discutere sul futuro dei contenuti, fino a riconoscere che l’intrattenimento non è solo il mass market più becero della cultura spazzatura, ma anche un’operazione progettuale che tocca vertici importanti e altissimi di raffinatezza.

Replica Rolex replica watches Replica Omega